La Chiesa di San Giacomo (Sassari)

L'Altare di San Francesco di Paola

Altare di San Francesco di Paola
Altare di San Francesco di Paola durante il restauro

L’altare in stucco, in stile Barocchetto Austriaco o Rococò, presenta una nicchia che accoglie un piccolo simulacro ligneo di San Francesco di Paola con l’aureola d’argento. Sulla nicchia è un sole e un cartiglio che reca la scritta. <<CHARITAS>> insegna e motto dei Frati Minori.

San Francesco di Paola

Sul fastigio dell’altare spicca lo stemma di Don Francesco Brunengo Conte di Monteleone, benefattore dell’Arciconfraternita dell’Orazione e Morte, che nel 1780 regalò alla Chiesa di San Giacomo della pregiata argenteria Sacra stemmata e, nella seconda metà del XVIII secolo, fece costruire questo altare e quello assai simile, posto di fronte, dedicato alla Pietà.
I colori bianco, avorio e caffè latte imposti dall’ultimo restauro sostituiscono gli originali più vivaci che simulavano marmi policromi.
San Francesco di Paola, avvolto nell’ampia veste e incappucciato è raffigurato nell’atto di contemplare un crocefisso tenuto con le mani. La pregevole statua è databile, per affinità stilistiche con altri manufatti simili presenti nel territorio sassarese, alla metà del XVIII secolo ed è verosimilmente opera di un artista locale rimasto purtroppo ignoto.

La Madonna del Pilar

Sulla gradinata della mensa è collocato il grazioso simulacro della Madonna del Pilar, interessante scultura lignea di ambito Sardo – Ispanico ascrivibile alla seconda metà del
XVII secolo, proveniente dal fastigio dell’altare maggiore della chiesa di Santa Elisabetta Regina di Portogallo demolita nel 1904.
Proseguendo troviamo incassato nel muro dentro una nicchia un armadio ligneo realizzato dai Fratelli Clemente ai primi del XX secolo che una volta ospitava un simulacro del Sacro Cuore di Gesù e oggi accoglie la Madonna del Fulmine.