La Chiesa di San Giacomo (Sassari)

La Venerabile Arciconfraternita dell’Orazione e Morte

Fondata in Sassari da un pio sodalizio di Cavalieri e di Dame la sua attività risale alla seconda metà del XVI secolo. Nel 1568 fu affiliata alla Venerabile Compagnia dell’Orazione e della Morte di Roma che ebbe principio nel 1551.
Hanno diritto di essere confratelli soltanto i nobili di nascita o per diploma e consorelle le nobili per nascita o per matrimonio.
L’Arcivescovo è riguardato come Membro nato e Capo onorario dell’Arciconfraternita.
La divisa dei Confratelli è: un sacco nero d’ortica (fibra simile al lino) col cappuccio, portante l’arma composta di un teschio d’argento su campo nero, sormontato dalla croce con attorno la leggenda: “In hoc signo vinces” e, sulle mani, dei guanti gialli.
L’amministrazione è così composta: Guardiano, Vice Guardiano, Assistente, Economo, Guardiana, Vice Guardiana, Assistente, Priore, Sindaco e Segretario; Questi formano l’Ufficio degli Impiegati dell’Arciconfraternita. Il Capo effettivo dell’Arciconfraternita è il Guardiano.
Scopo dell’Arciconfraternita dell’Orazione e Morte nel passato: promuovere la pietà, accrescendo il Culto Divino con le salmodie e le orazioni e con l’esercizio delle opere di misericordia, particolare tra esse la visita agli infermi appartenenti all’Arciconfraternita ed il seppellimento dei morti, anche se riguardanti persone non appartenentivi. Con l’andare del tempo, in fatto di seppellimento di morti, s’interessò soltanto della tumulazione delle salme dei condannati a morte, che da Essa erano assistiti nel Confortorio delle antiche Carceri di San Leonardo e quindi accompagnati al luogo del supplizio.
Verso la metà del XIX secolo le fu affidato l’incarico della visita alle carceri ed ai carcerati e l’ispezione giornaliera degli alimenti che a questi ultimi venivano somministrati, incarico che disimpegnò per parecchio tempo.

Particolare del Bastone del Guardiano

Attuale scopo dell’Arciconfraternita dell’Orazione e Morte: promuovere la pietà e provvedere al conforto degli infermi e dei bisognosi. Nei locali annessi alla Chiesa di San Giacomo (esistente sin dal XIII secolo e proprietà con tutto il suo annesso complesso dell'Arciconfraternita) gestisce, con la collaborazione del Sovrano Militare Ordine di Malta e della Croce Rossa Italiana, un Consultorio Polispecialistico gratuito per i non abbienti aperto tutti i giorni con medici volontari. Sono presenti diverse specialità mediche: Malattie interne e respiratorie, Dermatologia, Urologia e Chirurgia, Pediatria, Ortopedia, Ginecologia, Cardiologia, Otorino, Radiologia, Psichiatria e Oculistica; inoltre, sempre nei locali annessi al tempio, un giorno alla settimana è attivo un Centro di Accoglienza per anziani e persone comunque sole, nel quale, in alcune ore della giornata, è per costoro possibile trovare compagnia, parlare e passare del tempo in serenità.
Il 25 luglio, in occasione di San Giacomo Apostolo, viene celebrata una Messa solenne.
L’ultima domenica di Settembre, o la prima di Ottobre, viene festeggiata solennemente la Madonna del Fulmine il cui antico e venerato simulacro è custodito all’interno della Chiesa.
Durante la settimana Santa la chiesa di San Giacomo è sosta dei Simulacri delle altre Confraternite e Arciconfraternite di Sassari.
Nella Chiesa si tengono concerti prevalentemente di musica sacra a cura delle varie associazioni polifoniche di Sassari e Cagliari.
La Chiesa e i locali annessi sono normalmente disponibili anche per altre manifestazioni culturali quali presentazioni di libri e mostre.